I canali di LiBeRWEB: editori  |  biblioteche  |  librerie  |  libri&ragazzi
Copertina dell'ultimo numero di LiBeR - Fare clic per visualizzare la presentazione
Servizi LiBeR
Schede Novità
Rubriche e argomenti
di letteratura per ragazzi
Speciale
Saggio leggere
Gli indirizzari
I sondaggi di LiBeR
Produzione editoriale
La guida Librazzi
Logo - fai clic per visualizzare Guida Librazzi
 zoom editoria  progetto del mese  la cassetta degli attrezzi  scelti per voi
 segnali di lettura
+ archivio   
Bookmark and Share
Era una notte buia e domandosa
Un progetto a Cagliari

I bambini fanno molte domande sui tanti perché della vita. Un tempo educatori e soprattutto genitori e nonni fornivano risposte generiche e sbrigative, come se certe domande non dovessero neppure esser fatte; oggi i bambini pongono domande che talvolta imbarazzano anche gli adulti

Un gruppo di bibliotecari e operatori (coordinato dal Centro Regionale di Documentazione Biblioteche per Ragazzi e sostenuto dall’assessorato ai Beni Culturali della Provincia di Cagliari e dalla Regione Autonoma della Sardegna), in collaborazione con la libreria Tuttestorie di Cagliari, ha letto e selezionato i testi più interessanti dell’attuale panorama editoriale, indicando per ciascuno l’età di riferimento e un breve riassunto della trama.
È nata così una brochure suddivisa in cinque sezioni e ogni sezione è stata affidata a una illustratrice di libri per bambini e ragazzi che con matita e colori ha rappresentato il filo conduttore del tema trattato.
Le cinque sezioni sono: “Io”, “Gli altri”, “Lo spazio”, “Il tempo” e “L’invisibile”.
Fra le opere scelte ci sono le novità in libreria (sino al 2006) e non mancano i classici della narrativa come Pinocchio, Alice nel paese delle meraviglie, Don Chisciotte, Peter Pan e un omaggio ad Astrid Lindgren nel centenario della nascita.
Ogni sezione è introdotta da un “grappolo” di domande sul tema e la bibliografia di riferimento aiuterà l’insegnante (o il bibliotecario) a scegliere il libro giusto per rispondere alla domanda del bambino.
Tutte le sezioni affrontano tematiche legate al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza. Problematiche che è facile tradurre in una parola chiave, del tipo amore, figlio unico, adozione, solitudine, amicizia e tante altre nella sezione “Io”. Nella sezione “Il tempo” parole chiave sono impegni, soldi, routine, affetti, riposo… e così via.
Una sezione molto interessante è quella de “L’invisibile” dove le domande potrebbero generare, più che imbarazzo, una sorta di incertezza nella risposta da parte degli adulti: “Posso vedere la mia anima?”, “Che senso ha vivere se poi si muore?” Si parla di vita, di morte e di paure. Non solo la paura del buio, o per alcuni animali, ma anche la paura per situazioni familiari difficili e il conseguente desiderio di evasione. Alcuni libri possono aiutare a sdrammatizzare certe paure se non addirittura a vincerle: la notte può essere persino abbagliante, simpatica e divertente. È quello che scoprirà il protagonista di Il gufo che aveva paura del buio di Jill Tomlinson.
“I bambini – dice Bruno Tognolini – sono filosofi per forza, per sopravvivenza, perché devono capire il mondo in cui stanno, che non hanno fatto loro, che non è fatto a misura loro, e dunque dovranno cambiarlo. Potranno farlo quando a forza di domande avranno capito come si fa. Cioè quando saranno adulti. Lo cambieranno a misura loro, cioè di adulti. E quando l’avranno fatto, si troveranno di fronte bambini che faranno domande”.
Una delle curatrici del progetto “Era una notte buia e domandosa” è Ester Grandesso, del Centro Sistema Bibliotecario di Cagliari.
“La bibliografia – spiega – come le precedenti che abbiamo realizzato, è stata inviata a tutte le biblioteche comunali e scolastiche della Sardegna (e non solo) come stimolo per organizzare attività di promozione della lettura e per far conoscere libri di qualità.
La sua caratteristica principale è di documentare il lavoro collettivo di un gruppo di operatori (bibliotecari, esperti di letteratura per ragazzi e librai) che nel corso di circa un anno di lavoro hanno letto e discusso per selezionare dei percorsi di lettura il cui filo conduttore è costituito dalle domande dei bambini, così come ci sono state proposte in occasione del festival sulla letteratura per ragazzi che si è svolto a Cagliari lo scorso ottobre.
La fase relativa al riscontro delle nostre scelte (i libri che abbiamo selezionato piacciono ai bambini? E sono in grado di stimolare nuove domande, riflessioni, altre letture?) è quella che intendiamo realizzare adesso in collaborazione con gli insegnanti e i bibliotecari che utilizzeranno i nostri suggerimenti. Oltre a costituire il risultato di un’importante attività di formazione professionale, la pubblicazione valorizza il lavoro di cinque illustratrici (che collaborano con noi da tempo) e documenta il nostro impegno a diffondere la cultura dell’immagine e l’importanza della grafica nei libri per bambini”.
Per saperne di più: www.provincia.cagliari.it.

Maria Serena Quercioli
(da LiBeR 75)

 

Nuova ed.
Twitter
LiBeR su Facebook

LiBeR su Facebook
Servizi di LiBeRWEB
Convegni
Iniziative del Centro regionale di servizi per le biblioteche per ragazzi di Campi Bisenzio
Elenco delle iniziative
Iscrizioni on-line
Newsletter
Logo Newsletter
La newsletter mensile che puoi ricevere gratuitamente nella tua casella di posta elettronica
Archivio delle newsletter

Iscriviti alla newsletter