I canali di LiBeRWEB: editori  |  biblioteche  |  librerie  |  libri&ragazzi
Copertina dell'ultimo numero di LiBeR - Fare clic per visualizzare la presentazione
Servizi LiBeR
Schede Novità
Rubriche e argomenti
di letteratura per ragazzi
Speciale
Saggio leggere
Gli indirizzari
I sondaggi di LiBeR
Produzione editoriale
La guida Librazzi
Logo - fai clic per visualizzare Guida Librazzi
 progetto del mese  la cassetta degli attrezzi segnali di lettura  scelti per voi
 zoom editoria
Bookmark and Share
Affresco di giorni violenti

Orangeboy
Patrice Lawrence; trad. di I. Maria
Edt Giralangolo, 2019, 444 p.
€ 18,00 ; Età: da 14 anni

Quando nel 2018 è suonato sui media europei l’allarme per il livello di violenza toccato dall’azione dalle baby gang londinesi, l’autorità di vigilanza britannica sui diritti dell'infanzia ha stimato, nel Regno Unito, circa 30.000 affiliati alle bande di età compresa tra 10 e 15 anni. Ad Hackney, municipio multiculturale del nordest londinese dove è ambientato Orangeboy e dove vive l’autrice — alla sua prima prova narrativa per giovani adulti —, metà della popolazione appartiene a gruppi etnici diversi, si parlano ben 80 lingue e le bande “ufficiali” sono oltre 20. Ma fenomeni quali bullismo, pestaggi, accoltellamenti, spaccio di stupefacenti, violenze sessuali e guerriglia urbana con protagonisti adolescenti, che si pensava fossero appannaggio dei ghetti urbani d’oltreoceano, si stanno radicando a Londra e in molte altre periferie delle città europee, da Napoli a Stoccolma, da Berlino a Parigi. Un tema così non poteva non catalizzare l’attenzione dei romanzieri YA, tanto che, negli ultimi anni, alla produzione che si è andata infittendo hanno contribuito, tra gli altri, autori del calibro di Spinelli, Almond e Brooks, rendendo piuttosto elevato il livello letterario da emulare.
Orangeboy, noir metropolitano pluripremiato in patria, entra in questo club di sofisticate narrazioni dalla porta principale e vi occupa un posto di primo piano. Marlon, protagonista di colore e narratore in prima persona, ha sedici anni, una madre bibliotecaria e una buona reputazione a scuola. La sua famiglia sta lentamente emergendo dalla brutta vicenda del fratello, rimasto coinvolto in una storia criminale e in un incidente automobilistico che gli ha procurato una disabilità mentale. Gli sforzi della madre e del suo nuovo compagno —e pure le buone intenzioni di Marlon — sono tesi a raggiungere un nuovo equilibrio e a riacquistare un po’ di serenità dopo tante sofferenze. Ci penserà la bella e sfortunata Sonya a frantumare questo sogno, con le sue pasticche di ecstasy e la sua affiliazione a una banda i cui scopi solo lo svolgersi dell’articolato e avvincente plot chiarirà. Interessante, in questo ampio e dettagliato affresco dei nostri giorni violenti, sarà scoprire se Marlon riuscirà a mantenere la sua integrità fisica e morale e a non sprofondare al di là della porta che all’improvviso gli si è aperta davanti e lo ha risucchiato in uno scenario da incubo.

Riccardo Pontegobbi
(da LiBeR 123)

Nuova ed.
Twitter
LiBeR su Facebook

LiBeR su Facebook
Servizi di LiBeRWEB
Convegni
Iniziative del Centro regionale di servizi per le biblioteche per ragazzi di Campi Bisenzio
Elenco delle iniziative
Iscrizioni on-line
Newsletter
Logo Newsletter
La newsletter mensile che puoi ricevere gratuitamente nella tua casella di posta elettronica
Archivio delle newsletter

Iscriviti alla newsletter