I canali di LiBeRWEB: editori  |  biblioteche  |  librerie  |  libri&ragazzi
Copertina dell'ultimo numero di LiBeR - Fare clic per visualizzare la presentazione
Servizi LiBeR
Schede Novità
Rubriche e argomenti
di letteratura per ragazzi
Speciale
Saggio leggere
Gli indirizzari
I sondaggi di LiBeR
Produzione editoriale
La guida Librazzi
Logo - fai clic per visualizzare Guida Librazzi
 zoom editoria  progetto del mese  la cassetta degli attrezzi  scelti per voi
 segnali di lettura
+ archivio   
Bookmark and Share
ABCH. Swiss books
Catalogo della mostra alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna

Le opere di 26 artisti selezionati per la mostra illustratori della Svizzera, paese ospite d’onore alla 56° Fiera del libro per ragazzi di Bologna

Modernità, ricco e diversificato humus artistico, orizzonti aperti: sono queste le caratteristiche della produzione editoriale per l’infanzia della Svizzera, forte di una solida tradizione - che va da Heidi scritto da Johanna Spyri, prima pubblicazione nel 1880, a Una campana per Ursli di Selina Chönz, uscito nel 1945, con le illustrazioni di Alois Carigiet (già insignito del Premio Hans Christian Andersen nel 1966) e del più recente Arcobaleno: il pesciolino più bello di tutti i mari di Marcus Pfister, pubblicato a partire dal 1992 e tradotto in oltre 60 lingue - si presenta a Bologna con 26 artisti, come le 26 lettere dell’alfabeto inglese, ognuno dei quali affiancato da parole come mela, foresta, capra, campana, coltello, lago, montagna, pace… e così via, che oltre a essere in relazione con l’opera dell’illustratore selezionato, talvolta nell’accezione tradizionale, talvolta con un pizzico di arguzia, rimandano alle peculiarità svizzere più distintive.
Leitmotiv della mostra e del catalogo è appunto ABCH, dove ABC sta per alfabeto e CH per il nome ufficiale della Svizzera “Confederatio Helvetica” alla latina, per non discriminare tra le quattro lingue nazionali elvetiche, da cui le parole scelte provengono (poi tradotte in inglese per gli spettatori e i lettori internazionali). Parliamo evidentemente del tedesco (parlato dal 64% della popolazione), francese (20%), italiano (6,5%), romancio (0,5%, circa 60.000 persone) che può essere considerata, quest’ultima, come l’unica lingua “genuinamente” svizzera, visto che non è parlata in nessun altro luogo al di fuori del Canton Grigioni. La scelta degli illustratori si è indirizzata sia tra i giovani esordienti che tra gli quelli affermati, con almeno una pubblicazione al proprio attivo negli ultimi tre anni. Oltre ai criteri qualitativi la selezione rappresenta anche le già menzionate quattro lingue nazionali della Svizzera, nel modo più equo e proporzionale possibile.

Claudio Anasarchi

ABCH : Swiss books : Bologna 2019
Schweizer Buchhändler und Verleger-Verband, 2019
[54], 127 p. : ill. ; 26 cm

Informazioni:
Swiss Publishers and Booksellers Association
Limmatstrasse, 111
8005 – Zürich (CH)
Tel.    +41444213600
Fax    +41444213618
E-mail: info@sbvv.ch
https://www.sbvv.ch

Nuova ed.
Twitter
LiBeR su Facebook

LiBeR su Facebook
Servizi di LiBeRWEB
Convegni
Iniziative del Centro regionale di servizi per le biblioteche per ragazzi di Campi Bisenzio
Elenco delle iniziative
Iscrizioni on-line
Newsletter
Logo Newsletter
La newsletter mensile che puoi ricevere gratuitamente nella tua casella di posta elettronica
Archivio delle newsletter

Iscriviti alla newsletter