I canali di LiBeRWEB: editori  |  biblioteche  |  librerie  |  libri&ragazzi
Copertina dell'ultimo numero di LiBeR - Fare clic per visualizzare la presentazione
Servizi LiBeR
Schede Novità
Rubriche e argomenti
di letteratura per ragazzi
Speciale
Saggio leggere
Gli indirizzari
I sondaggi di LiBeR
Produzione editoriale
La guida Librazzi
Logo - fai clic per visualizzare Guida Librazzi
 progetto del mese  la cassetta degli attrezzi segnali di lettura  scelti per voi
 zoom editoria
Bookmark and Share
Paesaggi di parole

La bambina dei libri
Oliver Jeffers, Sam Winston
Trad. di A. Riccioni
Lapis, 2016, 40 p.
€ 14,50 ; Età: da 5 anni

È un libro da leggere e da rileggere per scoprire i diversi strati di significato che lo compongono, proposti non tanto dal contenuto testuale quanto dalle immagini: sono queste infatti la parte più innovativa e originale. Generato dal felice incontro di due importanti autori, Oliver Jeffers (che già abbiamo apprezzato per quanto pubblicato presso la casa editrice Zoolibri) e Sam Winston (eccellente artista e tipografo), il libro si è aggiudicato il premio della sezione “fiction” all’ultima Fiera internazionale del libro per ragazzi di Bologna.
A una prima lettura la storia sembra piuttosto semplice: una bimba naviga attraverso “oceani di parole” per giungere alla casa di un amico e invitarlo a entrare in “foreste di fiabe”, a scalare “le montagne della narrazione” e a “dormire su nuvole di suoni”. Ma le pagine successive permettono di osservare più attentamente le figure e di notare la particolarità delle illustrazioni: i paesaggi sono composti da parole, anzi da frasi intere disposte in modo da formare montagne, castelli, caverne, secondo quanto la storia suggerisce. Sono brani tratti dai classici della letteratura infantile, e non. Così I viaggi di Gulliver e Ventimila leghe sotto i mari formano l’onda che trasporta la bambina davanti alla casa del piccolo protagonista, Raperonzolo è la corda attraverso la quale i bimbi si calano da una torre del castello stregato e Alice nel paese delle meraviglie è la “scia di parole” che li porta nel mondo dei libri dove “tutti possono entrare”. E mentre il lettore più piccolo ammira semplicemente le figure, il lettore più esigente inizia a leggere... il paesaggio. Occorre riconoscere che i grandi libri si distinguono perché possiedono la capacità di conquistare lettori – lette le frasi, si è presi dal desiderio di iniziare a leggere i libri. Tale è il potere delle storie, e non poteva esserci nulla di più convincente per offrire ai lettori forti pane per i loro denti! Perdoniamo perciò il riferimento piuttosto scontato al “regno della fantasia” dove la bambina conduce il compagno d’avventure, perché qui la parte veramente interessante e convincente è costituita dalle figure e dalle parole delle figure.

Angela Dal Gobbo
(da LiBeR 115)

Nuova ed.
Twitter
LiBeR su Facebook

LiBeR su Facebook
Servizi di LiBeRWEB
Convegni
Iniziative del Centro regionale di servizi per le biblioteche per ragazzi di Campi Bisenzio
Elenco delle iniziative
Iscrizioni on-line
Newsletter
Logo Newsletter
La newsletter mensile che puoi ricevere gratuitamente nella tua casella di posta elettronica
Archivio delle newsletter

Iscriviti alla newsletter