I canali di LiBeRWEB: editori  |  biblioteche  |  librerie  |  libri&ragazzi
Copertina dell'ultimo numero di LiBeR - Fare clic per visualizzare la presentazione
Servizi LiBeR
Schede Novità
Rubriche e argomenti
di letteratura per ragazzi
Speciale
Saggio leggere
Gli indirizzari
I sondaggi di LiBeR
Produzione editoriale
La guida Librazzi
Logo - fai clic per visualizzare Guida Librazzi
  Data 08-Feb-2017  Stampa la pagina corrente  Mostra la mappa

Il potente spettacolo della realtà nelle storie

Ceppo Ragazzi Lecture 2017 di Fabio Geda

Vincitore del 61 Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza 2017

Mercoledì 15 marzo 2017
Ore 10.00-12.30
Campi Bisenzio (Firenze)
Sala Consiliare “Sandro Pertini”

Lo scrittore Fabio Geda leggerà la sua lectio (non) magistralis, scritta in occasione del conferimento del Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza 2017, a cura di Paolo Fabrizio Iacuzzi e Ilaria Tagliaferri.

6 parole chiave per una letteratura per ragazzi non vietata agli adulti
Assenza • Solitudine • Ricordi • Fuga • Libri • Pericolo
Per ognuna delle parole scelte da Fabio Geda verrà brevemente presentato un libro di altri autori per ragazzi, italiani e stranieri, usciti negli ultimi anni: una piccola selezione di qualità per costruire un dialogo trasversale sulla letteratura per ragazzi.

Con la partecipazione delle classi 1 AE e 2 A del Liceo Scientifico Anna Maria Enriques Agnoletti, sede associata di Campi Bisenzio.

Fabio Geda vince il Premio Ceppo per l’Infanzia e l’Adolescenza 2016Pistoia Toscana Capitale Italiana della Cultura perché trasmette ai ragazzi, attraverso le sue storie, “la magia della narrazione e l’empatia”, dando loro la possibilità di crescere, di costruirsi delle opinioni e di diventare altro da sé. Come scrive nella lectio (non) magistralis, “Ceppo Ragazzi Lecture 2017”: “Le narrazioni influiscono in modo potentissimo nella costruzione dell’uomo e della donna in quanto cittadini. Le nostre opinioni su ogni cosa germinano dai racconti di cui ci nutriamo, e sulla base di quei racconti, di quelle opinioni, andiamo a votare, a fare la spesa, interagiamo con la nostra famiglia e con il nostro prossimo”.
Attraverso un percorso letterario concreto e autentico, che si snoda su sei parole chiave, Fabio Geda con grazia e lucidità racconta ai giovani lettori l’assenza, la solitudine, i ricordi, i libri e il pericolo tenendo sempre in primo piano il nutrimento che le storie offrono, la loro capacità di far acquisire ai lettori la consapevolezza della propria identità, dei propri desideri, e autentiche aspirazioni “una consapevolezza non da poco, visto che le storie educano alla complessità del mondo aiutandoci a scrivere la storia più importante di tutte: la storia del nostro futuro”.
Vedi la scheda su Geda al Premio: http://paolofabrizioiacuzzi.it/autore/fabio-geda/. La lectio, oltre che a Campi Bisenzio, sarà letta anche alla Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi di Bologna e al Salone del Libro di Torino, e sarà pubblicata sul numero 114 di LiBeR (apr.-giu. 2017).

Fabio Geda Fabio Geda è nato nel 1972 a Torino, dove vive. Laureato in Scienze della Comunicazione, dopo aver prestato servizio civile come obiettore di coscienza, ha deciso di diventare educatore per i servizi sociali del Comune di Torino, dapprima con i minori di strada a San Salvario e dal 2000 in case alloggio per adolescenti in prevalenza stranieri. Nel 2007 ha esordito come scrittore con la casa editrice torinese Instar libri: Per il resto del viaggio ho sparato agli indiani è la storia di un ragazzino rumeno che attraversa l'Europa alla ricerca del nonno. Il romanzo ha riscosso un successo immediato di critica e pubblico, ed è stato selezionato per le fasi finali del Premio Strega (presentato da Valeria Parrella e Diego De Silva). E' stato giudicato Miglior Esordio 2007 per la redazione di Fahrenheit Radio3 e ha vinto il Premio del Giovedì "Marisa Rusconi". Nel 2008, sempre da Instar libri, è uscito il secondo romanzo, L'esatta sequenza dei gesti. Ad aprile 2010 è uscito per Baldini Castoldi e Dalai Nel mare ci sono i coccodrilli: storia vera di Enaiatollah Akbari, un successo tradotto in 32 paesi e vincitore del Premio Libro dell'anno per Fahrenheit. Nel 2011 ha pubblicato La bellezza nonostante, che ha inaugurato la nuova collana “Inaudita Big” di Transeuropa. Si tratta di un racconto in forma di monologo di un maestro che ha insegnato per trent'anni in un carcere minorile. Sempre nel 2011 esce per Baldini e Castoldi L’estate alla fine del secolo, un romanzo che si muove nel tema intergenerazionale condito dalla memoria e dalle incomprensioni familiari, in cui Geda mescola sapientemente le varie fasi della vita, dall’infanzia alla vecchiaia, mettendo a confronto un nipote che incontra per la prima volta suo nonno, allontanatosi per incomprensioni familiari e che porta con sé l’esperienza delle leggi razziali e della clandestinità vissute in prima persona durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel 2014, per Einaudi, Geda pubblica Se la vita che salvi è la tua, un romanzo tanto denso quanto ricco di avventure, ma anche di interrogativi e di riflessioni, e nello stesso anno pubblica per la collana AllaCarta di Edt un reportage intitolato Itadakimasu, avente come oggetto la città di Tokyo. Nel 2015 Geda ha dato vita, assieme a Marco Magnone, alla saga distopica Berlin, che comprende i volumi I fuochi di Tegel (2015), L’alba di Alexanderplatz (2016) e La battaglia di Gropius (2016), tutti pubblicati da Mondadori. Protagonisti della saga sono un gruppo di adolescenti sopravvissuti a un virus che, nel 1978, ha devastato la città di Berlino, privandola della presenza degli adulti. Geda scrive su Linus e La Stampa. Collabora stabilmente con la Scuola Holden, il Circolo dei Lettori di Torino e la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura.Gioca nell'Osvaldo Soriano Football Club, la Nazionale Italiana Scrittori.

Informazioni

Incontro organizzato da:
Biblioteca Tiziano Terzani – Centro regionale di servizi per le biblioteche per ragazzi
in collaborazione con LiBeR
e con il 61° Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia

L’incontro è rivolto a bibliotecari, insegnanti ed educatori e a chi opera nel campo dei libri per bambini e ragazzi.

Sede
Comune di Campi Bisenzio - Sala Consiliare “Sandro pertini”
Piazza Dante 36 – 50013 Campi Bisenzio (FI)
Come raggiungere Campi Bisenzio

Segreteria
Idest srl - Via Ombrone 1, 50013 Campi Bisenzio
Tel. 055 8966577 – Fax 055 8953344
E-mail: convegni@idest.net

 
Nuova ed.
Twitter
LiBeR su Facebook

LiBeR su Facebook
Servizi di LiBeRWEB
Convegni
Iniziative del Centro regionale di servizi per le biblioteche per ragazzi di Campi Bisenzio
Elenco delle iniziative
Iscrizioni on-line
Newsletter
Logo Newsletter
La newsletter mensile che puoi ricevere gratuitamente nella tua casella di posta elettronica
Archivio delle newsletter

Iscriviti alla newsletter