Bookmark and Share
[ 14 Giugno 2019 ] L'Orango Rosa
La nuova collana della Margherita che parla ai più piccoli di attualità e temi sociali

E' nata ufficialmente mercoledì 12 giugno, con l'uscita dei primi due volumi, una nuova collana della Margherita edizioni: si chiama L’ORANGO ROSA e offrirà l’occasione di mantenere uno sguardo attento e continuamente aggiornato sulla realtà odierna, focalizzandosi su temi sociali e di attualità, tra cui parità di genere, famiglie allargate, omogenitorialità, guerra, accoglienza, integrazione, comprensione della diversità e questioni ambientali.
Per la Margherita non si tratta di tematiche nuove, bensì di argomenti già affrontati a più riprese, negli anni, attraverso una serie di albi ritenuti di fondamentale importanza nel percorso di crescita e di formazione dei lettori più piccoli. L’ORANGO ROSA consentirà di proporli in modo più frequente e con un impegno rinnovato. Al di là dei temi sopra elencati - punti di partenza irrinunciabili del progetto - nella collana confluiranno anche altri titoli che toccano le più disparate questioni legate all'attualità, per presentare attraverso una forma, uno stile e un linguaggio consoni alla linea editoriale della Margherita, riflessioni stimolanti sulla società di oggi. Una “finestra sul mondo” che potrà affacciare il suo sguardo su paesaggi e situazioni in continua trasformazione.
Nelle abitudini di vita dell’orango sono insiti diversi valori che ben rappresentano lo spirito di questa nuova collana. Si tratta del mammifero che allatta più a lungo i suoi cuccioli (in media fino ai 7-8 anni di età, con punte di 9 anni, un record nel regno animale). Le madri suppliscono alle carenze ambientali (scarsità di cibo, siccità), attraverso sacrifici che permettono ai loro cuccioli di adattarsi a condizioni anomale. L’attenzione e le cure che le femmine di orango riservano ai propri piccoli ha fatto sì che la scelta ricadesse su questo primate come simbolo del nuovo progetto: un esempio di profondo amore materno, di attaccamento alla vita, di protezione, ma anche un emblema della fragilità del nostro pianeta. L’orango trascorre infatti sugli alberi il 90% della propria vita e la deforestazione in corso in molte aree del pianeta rappresenta una minaccia concreta alla sua sopravvivenza.
L'ORANGO ROSA non è un esemplare qualsiasi della sua specie: il megafono che stringe nella zampa sinistra lo rende molto diverso da tutti i suoi simili. Col suo megafono percorre la foresta in lungo e in largo, diffondendo una voce che spesso si fa squillante e che rimane - sempre - fuori dal coro.
Il rosa, d’altra parte, è un colore che richiama il concetto di legame affettivo alla base del rapporto tra genitori e figli. In questo caso però, ancora una volta, riconduce anche a questioni sociali molto attuali, come la marcia delle donne su Washington del gennaio 2017, in cui centinaia di migliaia di persone hanno sfilato pacificamente dopo la cerimonia di insediamento del neopresidente USA Donald Trump. Un messaggio forte in difesa dei diritti umani, un richiamo al rispetto e alla civiltà nel confronto tra individui, non solo in ambito politico.
 
Ora che il progetto è delineato, è arrivato il momento di presentare i due albi con cui L'ORANGO ROSA inizia la sua carriera letteraria, I due papà di Fiammetta e Il mio filo rosso.

I DUE PAPA' DI FIAMMETTA
Testo: Emilie Chazerand
Illustrazioni: Gaelle Souppart
Collana: L'orango rosa
Pagine: 32
Formato: 22 x 26 cm
copertina rigida
Prezzo: 12,00 €
ISBN: 9788865322673
Uno dei due titoli che inaugurano la collana, I due papà di Fiammetta, affronta l'argomento delle famiglie omogenitoriali, presentando il tema attraverso la storia di Fiammetta, una bambina con due papà, decisamente felice della sua situazione familiare. Ciò che la mette in difficoltà consiste semplicemente nel dover affrontare quotidianamente i (pre)giudizi dei coetanei: “Non hai una mamma?” le chiedono increduli. “Sei sicura di essere una femmina?”. E ancora: “Il mio papà mi ha detto che se un uomo ama un altro uomo vuole dire che è malato!”.
Nonostante tutto, Fiammetta dimostra grande maturità: ignora i giudizi che le piovono addosso e non dubita mai dell’amore che i suoi genitori le dimostrano ogni giorno. Tuttavia non può fare a meno di essere triste, di tanto in tanto. Al termine delle lezioni, i suoi papà non entrano in classe, ma aspettano in macchina fuori da scuola e non vanno mai insieme alle feste scolastiche, temendo di metterla in imbarazzo. Anche in piscina, al cinema, al museo, la storia è sempre la stessa: non sono mai tutti e tre insieme. Nel finale, uno spiraglio di speranza squarcia il velo di indifferenza e superficialità che offusca la prima parte del racconto. Forse un domani Fiammetta non avrà più bisogno di giustificarsi, nè tantomeno di sentirsi in difetto.

IL MIO FILO ROSSO
Testo: Severine Vidal
Illustrazioni: Louis Thomas
Collana: L'orango rosa
Pagine: 48
Formato: 22 x 26 cm
copertina rigida
Prezzo: 14,00 €
ISBN: 9788865323007
Il mio filo rosso tocca un tema che accomuna molti bambini: la separazione dei genitori. Per la piccola protagonista di questo albo è l’inizio di una nuova vita, fatta di settimane alterne trascorse in case diverse. Le due abitazioni e, idealmente, il mondo che vi sta in mezzo, sono uniti da un invisibile filo rosso, da svolgere e riavvolgere di volta in volta.
L’albo sottolinea la maturità che spesso i figli riescono a mostrare rispetto al senso di risentimento e imbarazzo che gli adulti evidenziano nelle situazioni di crisi coniugale. La protagonista non si illude che i genitori possano tornare insieme, sa bene che dovrà accettare le novità e impara ad apprezzare i lati positivi che questa doppia vita le propone. Imparerà a camminare in equilibrio sospesa nel vuoto, come una funambola, sul suo sottilissimo filo rosso.

Informazioni:
Davide Rossi
Ufficio Stampa Il Castello srl per i marchi:
edizioni Arka | Armenia | Chiara edizioni | Clavis | Giochi Educativi
Ideeali | Il Castello | la Margherita edizioni| Lemniscaat | red! | Tourbillon

Via Milano 73/75, 20010 Cornaredo - MI - Italy
davide.rossi@ilcastelloeditore.it
02 99762433 (int. 228)