Bookmark and Share
[ 13 Giugno 2019 ] Pelledoca
Le novità di giugno

L’IMPERO INVISIBILE
Gabriele Nanni
ROMANZO
COLLANA neroinchiostro
PAGINE 208
PREZZO € 16
ISBN 978-88-3279-016-0
USCITA GIUGNO 2019
Brossura con sovraccoperta
formato 130 mm x 210 mm
Trama anni 10+
1966. Ernst, Darren e Jody sono tre amici di 10, 11 e 12 anni appassionati di horror e fantascienza. Vivono a French Lynch, una cittadina dell’Indiana, nel sud degli Stati Uniti. Una mattina marinano la scuola e nel bosco spiano due uomini sotterrare delle scatole. Incuriositi, vanno a frugarci dentro e trovano documenti e pile di schede elettorali. Alcuni giorni dopo vengono a sapere dell’omicidio di un uomo, il cui corpo è stato trovato senza una scarpa e decidono di fare un sopraluogo trovando la scarpa dal cui tacco esce un microregistratore che contiene informazioni riguardanti una cellula del Ku Klux Klan di cui fanno parte le più alte cariche della città. Si parla anche di un prossimo attentato alla comunità afroamericana e della corruzione politica dell’intero Stato. Inizia così per i tre ragazzi una caccia alle prove per sventare il tutto, tra sfide e pericoli sullo sfondo di una voce radiofonica che racconta la cavalcata trionfale della squadra di basket dei Texas Western Miners, l’unica squadra universitaria di soli giocatori neri a vincere il campionato del 1966.
Un romanzo che in tono leggero affronta il tema del razzismo e degli intrighi politici nell’America degli anni ’60.
Gabriele Nanni nasce a Rimini nel 1977 ed è della “Barafonda”, il quartiere di San Giuliano Mare che a dispetto del nome è un posto di arzilli pescatori pieni di storie. Entra inevitabilmente in quelle avventure grazie ai racconti e ai dipinti di suo nonno e così inizia a scrivere e dipingere anche lui. Esordisce nel 2015 con il romanzo per ragazzi Il Numero 5 (Piemme) con il quale vince il Premio Battello a Vapore come miglior autore. Considera questo il suo terzo romanzo. Il primo è stato una raccolta di racconti dell’orrore che scrisse insieme ai suoi amici nell’estate del 1989 per inviarli alla trasmissione Zio Tibia Picture Show. Siccome è convinto che nel profondo si è come si è stati a dieci anni, continua sempre a immaginare quelle storie, coi ragazzi protagonisti. Giornalista freelance e autore, vive a Rimini insieme alla compagna Catia e al figlioletto.

Il GIOCO DELLA PAURA
Maren Stoffels
ROMANZO
COLLANA neroinchiostro
PAGINE 144
PREZZO € 16
ISBN 978-88-3279-017-7
USCITA GIUGNO 2019
Brossura con sovraccoperta
formato 130 mm x 210 mm
Un thriller per ragazzi che tratta problematiche realistiche.
Trama anni 13+
Un gruppo di amici si offre volontario per una notte di spavento: trascorrono la notte in una foresta, dove si confrontano con le loro più grandi paure. Cosa succede se quelle paure si avvicinano troppo?
Tre amici, Dylan, Sofia e Quin, decidono di partecipare a un “Gioco della paura“ nel bosco per superare le loro paure più grandi. Ogni partecipante dovrà rivelare al momento dell’iscrizione quale sia la cosa che più lo terrorizza. Degli attori la insceneranno per fargliela vivere fino in fondo. I ragazzi non sanno però che nel bosco c’è anche un assassino e che qualcuno non sopravviverà a quella notte. La storia è raccontata a più voci dai diversi personaggi. Al centro di tutta la vicenda c’è Dylan che in passato è stato vittima delle turbe psichiche di sua madre affetta da MSP e ora è in affido alla famiglia del suo compagno di scuola Quin. Quin e Sofia ignorano quale sia la storia di Dylan e quanto sia tragica. Ingenuamente Sofia inizia però a indagare su di essa, perché vuole fargli una sorpresa per il compleanno: un album con le foto della casa in cui abitava prima e altri ricordi. Una volta lì, convince una vicina a farla entrare. Nella casa Sofia trova una foto. È del fratello maggiore di Dylan, andato via tempo prima perché oppresso dalla situazione familiare.
Vedendo come Dylan è tormentato tutte le notti da incubi e chiuso in se stesso, Quin gli propone di partecipare, insieme a Sofia, a un Gioco della paura, che ha visto pubblicizzato. Ma proprio il fratello di Dylan è uno dei ragazzi ingaggiati per spaventare i partecipanti al gioco e quando la situazione si complicherà fino a degenerare, il gioco non sarà più tale e si trasformerà in una trappola.
Maren Stoffels è nata ad Amsterdam 1988 ed è cresciuta nella sua città d’origine. Da quando ha imparato a scrivere ha deciso che sarebbe diventata scrittrice. Il suo primo libro lo ha scritto a nove anni e parlava di un piccolo eschimese che andava in cerca del suo papà, ma il suo primo vero romanzo lo ha pubblicato nel 2005. Ormai al suo attivo ha oltre venti libri e numerosi premi. Ultimamente ha deciso di dedicarsi al genere noir. Il suo avvincente thriller Il gioco della paura (Fright Night) è stato accolto in Olanda molto bene sia dal pubblico che dalla critica.
Fu durante una vacanza che l’autrice partecipò a una “Fright Night” nel bosco, senza sapere bene a cosa andasse incontro. Fu terrificante e capì che non era una cosa adatta per lei. Però nella sua mente nacque una storia e questa storia iniziava con Dylan, tormentato da una paura molto particolare: la paura di sua madre..

Informazioni:
ufficiostampa@pelledocaeditore.it