Bookmark and Share
[ 16 Maggio 2018 ] Arianna Papini miglior illustratrice dell'anno
L'illustratrice fiorentina vince il premio nazionale Andersen

A coronamento di una lunga carriera composta da oltre cento libri usciti in Italia ed Europa ma quale riconoscimento dell'impegno professionale oltre che personale che da anni mette nel proprio mestiere-missione, l'illustratrice fiorentina Arianna Papini ha vinto il premio Andersen 2018 quale "miglior illustratore 2018" con la seguente motivazione: "Per essere da tempo una delle migliori e pi¨ consapevoli personalitÓ dell'illustrazione italiana. Per la costante originalitÓ di un segno elegante e colto ma, al tempo stesso, vivissimo e cordiale. Per una caparbia e ininterrotta ricerca artistica e figurativa".


"Sono onorata di ricevere questo premio - commenta Arianna Papini -. Oltre tutto sono davvero grata di riceverlo con le bellissime motivazioni con cui mi Ŕ stato assegnato. Si tratta davvero di un premio alla mia costante ricerca che ho sempre condotto con entusiasmo ma anche con fatica e il riconoscimento di questo mio aspetto personale e professionale Ŕ, con una parola, miracoloso. Sono fortunata a fare il mestiere che faccio, Ŕ bellissimo e importante, mi permette di lavorare con le emozioni e trasformarle in qualcosa di nuovo, meraviglioso. Per quanto mi riguarda Ŕ un lavoro spesso personale ed intimo, vederlo riconosciuto Ŕ una grande emozione che aggiunge gioia e responsabilitÓ in quello che faccio. Non ci si abitua mai a ricevere un premio cosý importante, Ŕ un fatto tanto fantastico quanto concreto sia per le mie mani sempre sporche di colore, sia per il mio cuore sempre alla ricerca della bellezza".


La cerimonia di premiazione della trentasettesima edizione del Premio Andersen avrÓ luogo alla Sala del munizioniere del Palazzo Ducale di Genova il prossimo sabato 26 maggio dalle 15, all'interno di un programma di iniziative per la promozione della lettura e della letteratura per l'infanzia.


I prossimi appuntamenti con Arianna Papini. 

Nel frattempo sarÓ possibile vedere Papini all'opera anche al Salone internazionale del libro di Torino, in programma dal 10 al 14 maggio 2018. All'interno del ricco programma della manifestazione dedicata all'editoria e alla letteratura, l'illustratrice presenterÓ anche il recente albo illustrato firmato e pubblicato con la casa editrice Bacchilega Junior di Imola, "Nonne con le ali - Nonni con le ali", un libro delicato e piacevole dedicato al ricordo e alla famiglia, che sono al centro dell'analisi poetico-visiva della Papini attraverso le nonne e i nonni volati via. Nel libro, lievemente autobiografico come la maggior parte delle produzioni della Papini, il dolore della perdita lascia spazio a un ricordo affettuoso, che coinvolge tutti i sensi; le nonne e i nonni volati via stanno, allora, negli occhi di un gatto che ci guarda, nelle foglie d'autunno, nella musica che ci fa ballare, nel profumo del caffellatte. "Un libro che fa piangere - ammette Papini - ma del resto non avremmo di che piangere se non avessimo avuto la fortuna di avere l'amore di persone care nelle nostre vite. ╚ l'eterno circolo senza fine del dare e del ricevere". Un libro utile per vivere il lutto, superandolo ma senza dimenticarlo, anzi. L'appuntamento con la presentazione di "Nonne con le ali - Nonni con le ali" (Bacchilega Junior) Ŕ all'interno dello stand di Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione S12-T11 del Padiglione 3, venerdý 11 alle 11. Alle 14.15 al Bookstock Village Ŕ invece previsto un laboratorio di autonarrazione con bambini e ragazzi con l'autrice ed illustratrice di "Nonne con le ali - Nonni con le ali".
Chi Ŕ Arianna Papini. Fiorentina di nascita e di scelta, Arianna Papini Ŕ una illustratrice e scrittrice italiana di lunga carriera che vanta oltre un centinaio di titoli pubblicati con i pi¨ disparati editori italiani (fra cui La Nuova Italia, Edicolors, Fatatrac, Lapis Edizioni, CittÓ Aperta, Carocci Editore, Ananke, Avvenire, Coccole Books, Liberty, Kalandraka, Donzelli editore, Carthusia Edizioni, Rrose Selavy, Bacchilega Junior); alcuni libri sono usciti anche all'estero. Ha vinto numerosi premi fra cui il Compostela e due Andersen con "Il gobba dei randagi" (ed. Fatatrac) e quale migliore illustratrice 2018. Dopo la formazione in arte ed architettura Ŕ stata per 25 anni direttore editoriale ed artistico della casa editrice Fatatrac ed ha insegnato alla facoltÓ di Architettura fiorentina. Oggi insegna illustrazione all'Isia di Urbino e tiene corsi presso varie scuola fra cui la Scuola internazionale d'illustrazione SÓrmede. ╚ anche arte terapeuta specializzata a Bologna con proprio studio a Firenze, dove tiene gruppi terapeutici autonarrativi ed artistici. Collabora inoltre all'organizzazione e alla realizzazione di mostre. Nella sua Firenze Ŕ anche volontaria presso il reparto di Oncologia pediatrica per l'associazione Helios.